Abbiamo cominciato la nostra attività nel 1989, privilegiando questo settore.

La ricerca e le prove per il migliore risultato sul piantino in alveolo-vasetto sono state assidue negli anni, e continuano:

riguardano la selezione dei semi e delle talee migliori, così come dei terricci e delle tecniche di coltura, concimazione, irrigazione.

La messa al bando dei nanizzanti chimici, e invece l’utilizzo di stimolanti biologici e di insetti utili fanno parte delle nostre priorità.

L’obiettivo è il raggiungimento di un’agricoltura integrata, che minimizzi l’impiego di prodotti ad impatto ambientale negativo, perseguendo però un buon livello produttivo.